Chitarra Elettrica Usata

Chitarra Elettrica Usata

La chitarra elettrica usata può rappresentare talvolta un ottimo affare, purchè nell'approccio all'acquisto si usi particolare cautela, e si conoscano le specifiche tecniche fondamentali che fanno di una chitarra uno strumento che vale la pena acquistare.
Un primo passo che nella maggior parte dei casi fa la differenza è la scelta del venditore: un amico o un rinomato rivenditore professionale sono sicuramente da preferirsi ad improbabili affari proposti da commercianti improvvisati. Ad ogni modo informarsi sui servizi post-vendita offerti è buona regola e può evitare spiacevoli inconvenienti che non si è stati in grado di prevedere.

Un'attenta analisi tecnica dello strumento rappresenta il passo successivo. In primo luogo bisogna accertare che la struttura si presenti integra e che non sia presente qualche deformazione o qualche danno causato ai materiali da una non corretta conservazione. Il manico e le parti meccaniche inoltre sono facilmente soggetti ad usura, ed eventuali sostituzioni possono rivelarsi ben più complesse della semplice sostituzione delle corde che non presenta alcun problema.
Porzioni scollate o incrinature delle parti in legno sono spesso un campanello d'allarme che segnala con buona probabilità che non ci si trova davanti ad un buon affare.

In linea di massima è buona norma procedere all'acquisto di una chitarra elettrica usata solo dopo averla provata in prima persona. Recarsi presso un rivenditore specializzato fornisce l'opportunità di "toccare con mano" lo strumento. Altrettanto si dovrebbe poter fare acquistando lo strumento da un venditore privato.
Oggi tuttavia numerosi negozi online danno la possibilità di acquistare strumenti di ottima qualità direttamente via internet. L'importante in questi casi è assicurarsi che il commerciante fornisca tutte le informazioni necessarie e che le modalità di vendita e pagamento siano chiare e rispettino le norme di legge vigenti.